News del 27/04/2018 11:21

Avviso di vendita fallimento n. 31/2013 - Vendita 12/06/2018

            Il sottoscritto Dott. Ettore Gucciardo, Curatore del fallimento n. 31/2013 presso Tribunale di Agrigento

AVVISA

che la Curatela è interessata ad acquisire e valutare offerte di acquisto per i beni mobili dell’impresa fallita, meglio specificati nella perizia di stima depositata in Cancelleria fallimentare il 12 marzo 2014, come di seguito sintetizzato:

Lotto n. 1, giacenza di magazzino: composto da materiale per l'edilizia, idrosanitari, rubinetteria, accessori bagno, piastrelle (valore di stima € 35.000,00);

Lotto n. 5, macchine elettriche d'ufficio (valore di stima € 170,00);

            La partecipazione alla vendita potrà realizzarsi, in conformità al programma di liquidazione approvato con provvedimento del Giudice delegato in data 11.10.2016, presentando una offerta con rialzo libero e aggiudicazione al miglior offerente ad un prezzo non inferiore al (10%) del valore di stima.

 

            Chiunque sia interessato all’acquisto dovrà presentare, in busta chiusa, personalmente o a mezzo di procuratore legale, offerta irrevocabile di acquisto, contenente:

 

  1. l’indicazione del lotto e/o dei beni mobili che si intende acquistare e il prezzo offerto;
  2. dichiarazione di residenza, ovvero elezione di domicilio presso il Comune di Agrigento, con avvertimento che in mancanza ogni comunicazione sarà effettuata presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Agrigento, oltre numero di telefax e/o indirizzo di posta elettronica presso il quale si desidera ricevere comunicazioni;
  3. se persona fisica, generalità complete, copia del documento di identità in corso di validità e codice fiscale, auto-dichiarazione in ordine allo stato civile ed al regime patrimoniale se coniugato;
  4. se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge;

5.se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta da chi esercita la potestà, previe le autorizzazioni di legge;

  1. se società o altro ente, generalità del legale rappresentante, copia del documento di identità in corso di validità e codice fiscale dello stesso, idoneo certificato attestante l’attuale vigenza della persona giuridica ed i relativi poteri di rappresentanza; Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente ed il numero del fallimento. Nessuna altra indicazione deve essere apposta sulla busta.
  2. L’offerente dovrà prestare cauzione pari al 10% del prezzo offerto, a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato a “Curatela fallimento N. 31/2013 Tribunale di Agrigento”.

 

            Le offerte di acquisto, irrevocabili, devono pervenire entro le ore 12:00 del giorno 12 giugno 2018 presso lo studio del curatore sito in Agrigento, Via Dante n. 223. Nell’ipotesi di invio a mezzo del servizio postale, la busta chiusa contenente l’offerta ed il relativo assegno dovranno essere inserite in separata busta di spedizione, facendosi fede, ai fini della tempestività della presentazione dell’offerta, alla data di ricezione del relativo plico postale e non a quella della sua spedizione.

 

            Nei quindici giorni successivi alla scadenza del superiore termine del 12 giugno 2018, la Curatela procederà a valutare le offerte pervenute e, successivamente, ad informare gli offerenti dell’esito delle determinazioni assunte dagli Organi della procedura, che potranno consistere o nell’accettazione dell’offerta o nella indizione di una gara tra gli offerenti o nel rigetto dell’offerta medesima. In tale ultima ipotesi si procederà alla restituzione dell’assegno corrisposto a titolo di cauzione, inviando lo stesso  presso l’indirizzo indicato nell’offerta. Le offerte, in ogni caso, non sono vincolanti per la Curatela, costituendo il presente avviso mero invito ad offrire e non offerta al pubblico. Entro 10 giorni dalla comunicazione dell’aggiudicazione, l’aggiudicatario dovrà depositare il saldo prezzo, unitamente agli accessori fiscali, e ciò mediante assegno circolare intestato a “Curatela Fallimento n. 31/2013 Tribunale di Agrigento”, e ciò a pena di decadenza e di perdita della cauzione prestata.

            La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. La vendita si considera perfezionata e quindi si procederà alla consegna dei beni - salvo i casi di cui agli artt. 107 e 108 LF. Eseguita la vendita e riscosso il prezzo, sussistendone i presupposti e occorrendo, verrà emesso il decreto di cancellazione previsto dall’art. 108 comma 2 LF. Tutti gli oneri fiscali, le spese di trasferimento, di trascrizione, di cancellazione formalità, di volturazione, di eventuale duplicazione di documenti di proprietà, nonché di smontaggio, facchinaggio e trasporto sono a carico dell’aggiudicatario. I beni di cui sopra sono meglio descritti nella perizia di stima fallimentare che deve essere consultata dall’offerente, ed al quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni. Tale documento è consultabile sul sito www.tribunale.agrigento.giustizia.it. - www.commercialistiagrigento.eu

Per ulteriori chiarimenti ed informazioni e per l’eventuale visione dei beni contattare il n. 0922/27355 – 328/6482250 e-mail: gucci_e@hotmail.it.

Agrigento, 12 aprile 2018

Il Curatore

Dott. Ettore Gucciardo

ALLEGATO N. 1 FALL. 31 - 2013 TRIB. AG. - giacenze di magazzino


Allegati